Come Affittare la Propria Casa ai Turisti

Sei proprietario di una casa al mare o di qualche frequentata località turistica e ci vai solo in alcuni momenti dell’anno? Puoi metterla in fitto per i periodi in cui tu non ci vai e ottenere, così, un’entrata extra per il tuo budget mensile. Ecco come fare.

Fai delle belle fotografie alla tua casa. Fai attenzione a valorizzare i suoi punti forti, ad esempio una bella e ampia cucina, un giardino o un terrazzo panoramico oppure la sua luminosità. Ricorda che gli annunci immobiliari corredati dalle fotografie vengono visitati molto più spesso rispetto a quelli che portano solo una descrizione della casa.

Scrivi un annuncio che colpisce il lettore: devi elencare prima di tutto il luogo, poi le caratteristiche migliori dell’immobile e infine le attrazioni della zona dove si trova la casa. Devi essere preparato: ricerca su Internet quali sono le bellezze naturali e i luoghi di interesse della località e inseriscili nell’annuncio.

Stabilisci un prezzo: fai riferimento anche ad altri immobili simili che si affittano nella stessa località. Così eviterai di essere fuori mercato.

Fai un elenco di siti internet che si propongono come intermediari tra affittuari e proprietari e registrati. Dopo inserisci annuncio e immagini e lascia un numero di telefono per contattarti dove sei sempre reperibile.

Una volta trovata una persona interessata, è importante stipulare un regolare contratto, in modo da tutelarsi. A questo proposito, la legge prevede uno specifico tipo di contratto, il contratto di locazione turistica, che consente di affittare la casa per un breve periodo. Nel contratto dovranno essere specificati i dati delle due parti e dell’immobile, con informazioni sulle condizioni.

Al termine della locazione, bisogna controllare lo stato in cui viene lasciato l’appartamento e fare un verbale.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *